venerdì 4 gennaio 2013

LA PAROLA DIPENDE QUANTO SPAVENTA???





SIGNIFICATO del verbo "DIPENDERE":
dipendere[di-pèn-de-re] v.intr. (aus. essere; irr.: coniug. come appendere) [sogg-v-prep.arg]
1 Derivare, essere determinato da qlco.: la sua reazione dipende dall'ignoranza. Con frase soggettiva al posto del soggetto, il v., in 3ª sing., assume valore impers.: se sono stanco dipende dal mio lavoro; in uso assol., come risposta, forse, si vedrà: verrai a cena? dipende
2 Sottostare alla volontà altrui: non d. da nessuno; essere dipendenti da un datore di lavoro: dipendo dallo Stato || d. dalla famiglia, non essere autonomo economicamente
3 gramm. Di frase, essere retta da un'altra: le secondarie dipendono dalla principale
4 mat. Essere funzione di una grandezza: y dipende da x


• sec. XIV


Ho iniziato questo articolo con una definizione, perchè volevo che vi rimanesse in mente il significato della parola DIPENDE.

Molto spesso quando vengo contattata, dai clienti per motivi "tecnici", ovvero non riescono a farsi ubbidire al proprio cane, oppure il loro cane manifesta comportamenti indesiderati, (pipì-cacca fuori luogo, tira al guinzaglio, abbaia, rompe o distrugge casa e via dicendo...), dopo aver detto loro cosa fare, (descrizione sommaria al telefono, perchè venire al campo costa sempre molta fatica... oppure perchè la considerano unasoluzione più comoda e conveniente - consiglio gratuito), loro mi riservano ancora un' ultima domanda ed è questa: "funzionerà quanto lei mi dice???

Io sono solita rispondere con un "Dipende!!!"  

Questa parola destabilizza. 
Perchè destabilizza?

Semplice, la stra maggioranza delle persone che decidono di convivere con un cane, non si pongono le giuste domande al momento giusto, ovvero prima di prendere il cane. Magari si sono informati, magari hanno letto anche qualche libro, ma è nel momento della condivisione di uno spazio, con il proprio animale che si rendono conto di aver fatto i conti senza l'Oste.

"Ma il mio cane smetterà di far pipì e cacca dentro casa???"

DIPENDE, da quanta attenzione gli dedicherete per capire i suoi atteggiamenti avvisatori. 
Un cane in procinto di eliminare avvisa sempre, se è un adulto ben abituato, potrebbe attirare la vostra attenzione abbaiando o grattando la porta, oppure iniziando ad annusare insistentemente o girare su se stesso, come per accovacciarsi.
Se voi diventerete attenti a questi segnali, imparerete molto presto quando sarà il momento di farlo uscire o a portarlo fuori.
Quindi DIPENDE da voi.
Se si tratta di un cucciolo, non dimenticate che ha esigenze e tempi diversi da un cane adulto, quindi i tempi delle eliminazioni sono più brevi, appena sveglio, appena mangiato e ogni volta che beve.

"Ma il mio cane tira al guinzaglio, che devo fare???"

Potrà sembrare una bestemmia, ma qui centra poco l'educazione, purtroppo non basta insegnare al cane a restare al piede per non farlo tirare. 
Se il cane vede poco il mondo esterno (ancor di più, questo vale per un cane che vive in appartamento) per poche ore al giorno, non esiste educazione al mondo che possa farlo smettere, lui continuerà a tirare fin tanto che non avrà colmato la sua curiosità e la necessità di esser cane.

Quando il cane si trova al di fuori delle sue mura o del suo giardino non vede l'ora di assaporare tutto quello che lo circonda con grande energia, vitalità e voglia di esplorare.
Inoltre a sua volta lascerà il segno del suo passaggio marcando ogni albero, lampione, angolo, vetrina, cerchioni delle auto.

La passeggiata molto spesso per noi è soltanto il momento in cui il nostro cane deve sporcare, ma per lui non è solo quello, è molto altro ancora.
La passeggiata per il nostro cane è un momento di socializzazione. 
Socializzazione non è solo l'attimo in cui il nostro cane incontra altri cani, ma ha un significato molto più importante, ovvero raccogliere informazioni su chi è passato prima di lui e lasciare giù traccia del suo passaggio per chi arriverà dopo.
Quindi alla domanda "come devo fare per non farlo tirare???" io rispondo con un DIPENDE da quanto tempo voi dedicherete alle sue uscite, più si sfogherà, più sarà ubbidiente al guinzaglio.
Ah!! dimenticavo questo vale anche per i cani che vivono in giardino. 

"Il mio cane Abbai che posso fare???"

Abbaiare fa parte del repertorio della comunicazione canina.
Tenete presente, senza dimenticare che è stato in parte l'uomo a marcare nel cane questa caratteristica già nella notte dei tempi quando l'uomo decise di tenerselo vicino a sè.
Quando l'uomo notò che l'abbaio poteva tornargli utile come avviso in caso di pericolo, (vedi attacco dei lupi ai greggi) iniziò a selezionare soggetti con la predisposizione all'abbaio.

Cosa succede in Natura???
In Natura i lupi non abbaiano come in nostri cani domestici, anche il Cane Lupo Cecoslovacco razza molto vicino al Lupo non abbaia, ma come loro emettono un sordo "uuff o woff" e lo emettono solo in alcune circostanze.
Nota curiosa: si è notato che alcuni lupi cresciuti in cattività a contatto con cani domestici abbiamo imparato ad abbaiare.
Io posso dire  il contrario, ovvero che non tutti i cani sono in grado di ululare, ma se messi insieme a chi è capace posso apprendere questa caratteristica del linguaggio.
Ambra il mio pastore del Biellese, ottima abbaiona ha imparato (cerca di imitare) l'ululato del mio branco di CLC , anche se il suono che emette è molto stridulo.

Ma torniamo al nostro lupo, come vi dicevo poc'anzi, nel lupo l'abbaio (uuff o woff)  viene utilizzato per chiedere aiuto al resto del branco, oppure per avvisare un imminente pericolo. 
Questa caratteristica di solito è comune in chi ricopre il ruolo della Sentinella o nei lupi di rango inferiore che si trovano in difficoltà e chiedono aiuto.

Quelli di rango superiore difficilmente abbaiano perchè sanno di essere più forti e non hanno bisogno di alcun sostegno, forse è proprio da qui che nasce quel detto che "Can che abbaia, non morde".

Quindi ricapitolando,  l'abbaio è una delle più importanti caratteristiche del nostro cane, una volta che l'abbaio si è consolidato nello stile di vita del nostro cane, verrà utilizzato tutte le volte che lo riterrà necessario (saluto, avviso, gioco, attirare attenzione e così via.).

Una volta l'abbaio era una caratteristica ricercata e apprezzata, un cane che abbaiava era pari ad un buon allarme moderno, ci avvisava di un cambiamento all'interno della nostra proprietà (intruso), invece oggi è diventato un problema, perchè un cane che abbaia, può essere vissuto come un fastidio, soprattutto se si vive in condominio.

Cosa fare dunque: DIPENDE, dal tipo di situazione:

- Se il cane vi abbaia per attirare la vostra attenzione, si potrebbe ignorarlo.
- Evitare di mettere il cane  in situazioni stressanti.
- Far sfogare il cane  aumentando le sue uscite.
- Scegliere il cucciolo giusto perchè magari abbiamo scelto una Sentinella.
- Molto Dipende dalla razza scelta.


"Cosa posso fare, ho il cane che mi distrugge casa???

A questo proposito mi viene in mente un'altra parola: "Adattamento".
Cosa significa la parola Adattamento??? In psicologia si dice Adattamento, ogni variazione comportamentale che vada incontro alle domande dell'ambiente. Nello specifico, in psicofisiologia si parla di Adattamento positivo, quando al variare delle stimolazioni corrispondono variazione sensoriali compensatorie (Adattamento all'oscurità, oppure sonoro) e di Adattamento negativo, quando a fronte di una situazione continuata, diminuisce la risposta dell'organismo per l'innalzamento del livello soglia dei recettori (agli odori).

Voi molto spesso mi chiedete come fare a insegnare al vostro cane a non distruggervi casa.
Secondo la definizione scritta sopra, dovete solo aspettare che il cane di Adatti alla situazione in cui Voi ce l'avete messo e pregare che si adatti alla svelta, prima che vi distrugga tutti i mobili, vi mangi le vostre scarpe, i telefonini dimenticati in giro, e via dicendo.
In questo caso DIPENDERA' da voi, l'Adattamento a questa nuova situazione in cui vi ci siete messi.
Non dimenticate che un cane che vive in appartamento, richiederà impegno maggiore in tutto.

Chi ha un giardino, dico a loro di sfruttare questa soluzione durante le vostre assenze, però prima assicuratevi che la recinzione sia a prova di fuga, (vedi i CLC ottimi scalatori e divoratori di reti) e di un serraglio dove rinchiudere il cane durante le vostre ore di assenza.
Perchè il serraglio??? Perchè se il cane lasciato in giardino potrebbe (anzi di sicuro) trovarsi qualcosa da fare, mettendosi a scavare sul quel bellissimo prato all'inglese a cui ci tenete tanto, oppure sradicare le vostre bellissime aiuole.
Lo stress o Noia del vostro cane DIPENDERA' da quanto tempo voi dedicherete a lui.
Come molto spesso dico, non è lui che a voluto venir a vivere con voi, ma siete voi che avete scelto di vivere con lui e lui non è un umano è semplicemente un cane che si comporta da cane.
Inoltre il fattore distruzione è legato molto alla crescita del soggetto e al tipo di razza voi avete deciso di comprare.

Ci sono moltissime altre casistiche per i DIPENDE, ma per ora mi fermo qua.
Noto una cosa, quando mi trovo davanti a padroni ansiosi, che vogliono una risposta (soluzione) immediata ai loro problemi e la mia risposta è un "DIPENDE", vedo in loro agitazione andando subito in crisi, perchè non ottengono delle certezze immediate.

Le certezze purtroppo si ottengono solo con l'impegno, la costanza, la coerenza e passione. 
Senza questi elementi, dubito che si possa ottenere qualcosa nell'immediato, a meno che non si faccia uso di sistemi coercitivi.

Non dimenticatevi, che una relazione si costruisce con il tempo, dagli errori si impara a relazionare anche con un cane e se mi date retta, nel giro di pochi anni, vi renderete conto di quanta empatia esiste tra voi e lui... ma tutto, ancora una volta DIPENDERA' da Voi...

Le lezioni di Educazione Cinofila ci permettono di comprendere quelle sfumature di un linguaggio, diverso dal nostro. I risultati si vedranno solo se poi noi fuori da campo di addestramento, applicheremo quanto appreso.

Fin dei conti l'erba VOGLIO non esiste neanche nel giardino dei Re.... 

Katia Verza

Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestramento & Educazione Cinofila
Educazione Cinofila Civica
di Katia Verza


Tel. Cell.: +39 340 566 43 88

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori