giovedì 16 gennaio 2014

COSA DEVO FARE: HO IL CANE CHE MI DISTRUGGE CASA....



COME IMPEDIRE AL NOSTRO CANE DI DISTRUGGERE CASA...
OVVERO NON METTERLO IN CONDIZIONE DI FARLO... 
PARTENDO DA NOI.....

Buon giorno a tutti voi, quest'oggi vorrei parlarvi dei DISASTRI che il vostro cane, vi ripropone ad ogni vostro rientro.
Ma questa volta vorrei partire da un punto insolito, ovvero il significato delle parole. 
Ebbene si, le parole HANNO UN SIGNIFICATO BEN PRECISO, e forse se voi iniziaste a capire il significato di quelle parole, riuscireste a comprendere la semplicità delle cose che io vi dico o vi scrivo.
Non prendetela come IRONIA questa mia affermazione, perchè IRONIA non è, ma ci sono dei momenti in cui, ho l'impressione che chi mi interpella è talmente coinvolto dal danno subito dal proprio cane, dal come fare per rimediare, da quanti soldi dovrà spendere per rimediare o sostituire l'oggetto distrutto, dal nervoso, dalla frustrazione, e da mille altre sensazioni negative, che non riesce a percepire il messaggio che io gli sto inviando.

Forse questo accade proprio perchè siete tesi, nervosi, e volete AVERE subito una soluzione, che ahimè non esiste, ovvero le soluzioni immediate ci sono, ma in certe condizioni, richiedono una grossa dose di sacrificio e determinazione nonché intelligenza, nel capire di aver commesso una serie di errori... e il primo è proprio quello di aver voluto a tutti i costi il cane, magari di una razza non consona alla vostra vita di appartamento, ma ancor peggio non consona al vostro stile di vita. 
Comunque ad ogni problema per fortuna esiste una soluzione, ma partiamo per gradi.


IL SIGNIFICATO DELLE PAROLE reperiti dal sito DIZIONARIO ITALIANO

DISASTRIdisàstro    [di'zastro]
s.m.

sm
grave danno, rovina completa, sconfitta

ATTIVITA': attività    [attivi'ta]
s.f.inv.

sf
l'essere attivo

sf
lavoro, occupazione

LIBERTA': libertà    [liber'ta]
s.f.inv.

sf
l'essere libero

sf
l'essere libero da divieti, da vincoli, da occupazioni ecc.

EVADEREevàdere    [e'vadere]
v.intr. e tr.

vintr
scappare da un luogo

vintr
[in senso figurato] sottrarsi a un ambiente, a un modo di vita che opprime

ESPRIMERSIesprìmersi    [e'sprimersi]
v.pronom.intr.

vrifl
spiegarsi, parlare

ESPLORAREesploràre    [esplo'rare]
v.tr.

vtr
cercare di conoscere, di scoprire; investigare [anche in senso figurato]

vtr
esaminare con attenzione un luogo; per lustrarlo; percorrere un Paese sconosciuto

ORA VEDIAMOLI NEL DETTAGLIO...

DISASTRIdisàstro    [di'zastro]
s.m.

sm
grave danno, rovina completa, sconfitta

Ebbene si, il disastro è un grave danno, il mobile rosicchiato, il tappeto persiano fatto a pezzi, un infisso distrutto, pipì e cacca ovunque, magari sul proprio letto, vicini che si lamentano dei guaiti, abbai, lamenti del cane, tutto questo si può trasformare in una rovina completa o ancor peggio nella nostra/vostra sconfitta
Perchè nostra/vostra sconfitta? Perchè quel desiderio tanto DESIDERATO, si è trasformato nel nostro/vostro INCUBO PEGGIORE
Perchè nonostante abbiate incontrato sul vostro cammino qualcuno che vi abbia detto "Guardi ci pensi, non è il cane che fa per voi", ebbene nonostante quell'avviso, avete trovato comunque qualcuno che ve la venduto, ceduto o regalato. 
Solo che ora non sapete più che fare. 
E questa situazione ha per voi il sapore della sconfitta, ma non tanto per la situazione in sè, ma perchè ora dovete fare i conti con la vostra scelta.
Di solito le scelte sbagliate portano ad altre decisioni, ad altro impegno, ad altre spese... ora dipende tutto da voi, dalla prossima mossa.

ATTIVITA': attività    [attivi'ta]
s.f.inv.

sf
l'essere attivo

sf
lavoro, occupazione

Ebbene si, anche il cane è un animale Attivo e Pro Attivo, ha bisogno di una certa dose di attività, di tenersi occupato con qualche lavoretto.
Ma quando parlo di lavoretto, non intendo di certo, tenerlo occupato con il lancio della pallina, ma di sentirsi cane, e un cane come può sentirsi tale?
Semplicemente stando in giardino, facendo la guardia al proprio territorio, abbaiando a quello che passa vicino casa, facendo gli agguati al postino, scavando per nascondere o dissotterrare i suoi tesori, sdraiarsi sotto la pioggia o al sole... e via dicendo, naturalmente anche facendo delle passeggiate con il proprio padrone.
Capirete anche voi, che un cane che possiede un giardino dove poter far tutte queste cose, sarà un cane molto meno nervoso di un suo pari che vive in chiuso per molte ore in appartamento. 
Un cane che rimane molte ore chiuso in casa, non potrà rincorrere chi gli passerà accanto alla porta, non potrà fare gli agguati al postino, e così via.. ma potrà abbaiare per lo stress per molte ore di seguito arrecando disturbo al vicinato, (vero che non è più reato se un cane abbaia in appartamento ma onestamente, se io vivessi in un condominio e avessi un cane che ulula, abbaia per molte ore non solo mi creerebbe un disagio..a livello uditivo, ma anche emotivo). 
Sostituirà lo scavo in terra magari scavando nel vostro bel divano in pelle, oppure nel vostro materasso, marcherà i mobili, in fondo anche quelli sono di legno e il legno proviene dagli alberi...
Giocherà con le vostre tende, mangerà le vostre scarpe, ma ancor peggio, cercherà una via di fuga rosicchiando gli infissi delle finestre.... 
Tutto questo, non perchè lui è cattivo, ma perchè lui è un cane, e come tale ha esigenze diverse dalle nostre... e le sostituisce con quello che trova. 
Ma a questo punto di chi è realmente la COLPA??? 
Certo a questo punto, possono subentrare diverse figure professionali, comportamentalisti, veterinari, educatori, istruttori, consulenti, toelettatori (mettiamoci anche questi, volete che anche loro non vi possano dare un consiglio) e via dicendo... tanti consigli che hanno sicuramente un COSTO... che va ad aggiungersi a quello dei danni, e a quello del cane, senza contare, che se il cane in tutto questo delirio ha ingurgitato qualche cosa che gli arreca danno alla salute, dovete occuparvi anche delle spese del veterinario.

Vi do un consiglio gratuito,anzi ve ne do più di uno...costano  solo un pò di fatica, e forse qualche soldino... ma dopo tutto il cane chi l'ha voluto???

Il primo consiglio, è quello di ponderare bene, se tenere ancora il cane oppure trovargli una adeguata sistemazione, è un consiglio che costa MOLTO a livello AFFETTIVO, ma credo che sia nell'unico e vero interesse del cane ad andare a stare bene, magari in una buona famiglia che possiede il giusto tempo da dedicargli e il giusto spazio da donargli.
Il secondo consiglio, è trovare il sistema di lasciarlo solo il meno possibile, dando l'incarico a qualcuno di occuparsi di lui durante le vostre prolungate ore di assenza (8-10 ore lavorative) così da poter dar modo al cane di uscire, correre magari in un'area cani, di socializzare con altri cani, di passeggiare... fare in qualche modo il cane.
Il terzo consiglio, organizzarvi con i vostri orari, magari alzandovi un ora prima al mattino, lo so che può costare molta fatica, ma se ci prendete l'abitudine può diventare anche una SANA ABITUDINE, una bella passeggiata ad entrambi farà solo bene. 
Organizzarvi con i rientri, per poter tornare a casa per poterlo portare fuori. Dedicargli insomma più tempo... 
Il quarto consiglio, di trovare una figura che vi indirizzi su qualche dritta da seguire, ma non dimenticatevi, che le dritte, non servono a nulla se poi voi non ci mettete la costanza.
Come vedete di rimedi ce ne sono, non sarò io a dirvi quale adottare, sta solo a voi capire quello che è più in sintonia con la vostra situazione.

LIBERTA': libertà    [liber'ta]
s.f.inv.

sf
l'essere libero
sf l'essere libero da divieti, da vincoli, da occupazioni ecc.

Qualunque essere vivente, se costretto da vincoli, vuole sentirsi libero, il cane non fa nessuna eccezione.
Un cane costretto a vivere in un appartamento per diverse ore, oltre a trovarsi qualche occupazione per far passare il tempo, cercherà anche di evadere da quella situazione, cercherà la libertà.
Un danno molto comune alle abitazioni è proprio la distruzione delle finestre e porte.
Alcuni cani arrivano a mangiarsi gli infissi, altri arrivano anche a scavare nei muri.
In effetti chi ha un cane, non può negare, che appena fuori di casa, alza il naso al cielo e respira a pieni polmoni quello che l'aria gli porta alle narici, e poi inizia a tirare come un matto annusando di qua e di là in preda a una frenesia che molto spesso noi non capiamo, e a volte  ne siamo quasi infastiditi, perchè non riusciamo a smessaggiare con il telefono.
Come molto spesso, ci capita di vederli correre come degli indemoniati di qua e di là senza una meta precisa, in preda a una felicità che a noi non pare aver senso.
Come molto spesso capita, che appena liberati dal guinzaglio si allontanano come fulmini da noi, faticando a ritornare al nostro richiamo, facendoci gridare i loro nomi a perdifiato, diciamo pure la verità in quei momenti ci fanno saltare i nervi.
Libertà, che bella parola, peccato che la capiamo solo quando questa ci riguarda da vicino, facendo fatica a capirla quando il nostro cane ce la reclama.

EVADEREevàdere    [e'vadere]
v.intr. e tr.

vintr
scappare da un luogo

vintr
[in senso figurato] sottrarsi a un ambiente, a un modo di vita che opprime.


E' normale che quando un essere vivente non trova pace, nel luogo dove vive cerca di evadere
Anche noi evadiamo dallo stress che ci attanaglia con sport o attività varie. 
E' una necessità, della quale molto spesso non possiamo fare a meno. 
Dopo una giornata snervante al lavoro, anche noi abbiamo in forme diverse a seconda dell'individuo, la necessità di sfogare le nostre ultime energie in qualcosa che a noi piace.
E se questo non è possibile, anche noi a lungo andare diventiamo nervosi e insofferenti.
Ora detto questo pensate ad un cane, il quale è stato voluto dal Signore nostro creatore per fare il cane. 
Infatti lui prima di questa sua umanizzazione, faceva il cane... correva libero per i cortili delle fattorie, andava per campi, faceva la guardia, custodiva i greggi, se ne stava beato dove più gli piaceva... mentre ora... deve sottostare ai nostri ordini, comandi, costrizioni, e così via... 
Ma se noi fossimo al posto del cane, non verrebbe anche a noi quella sana voglia di evadere??? Credo proprio di si... 

ESPLORAREesploràre    [esplo'rare]
v.tr.

vtr
cercare di conoscere, di scoprire; investigare [anche in senso figurato]

vtr
esaminare con attenzione un luogo; per lustrarlo; percorrere un Paese sconosciuto.

Io credo che l'attività che piaccia di più in assoluto al cane sia proprio quella di esplorare
Annusare, marcare, investigare quelle traccie di odore lasciate giù magari da una femmina dall'odore interessante, o una preda, oppure da un rivale...
Il cane esamina con attenzione qualsiasi luogo su cui appoggia le zampe, lo perlustra fino in fondo, percorrendolo come un paese sconosciuto lasciando giù ad ogni angolo, ad ogni albero, ad ogni filo d'erba il suo odore, la sua traccia, il suo biglietto da visita, informando tutti gli altri che verranno dopo di lui, del suo passaggio.

ESPRIMERSIesprìmersi    [e'sprimersi]
v.pronom.intr.

vrifl
spiegarsi, parlare.


Purtroppo un cane non parla e forse questo è un bene per l'uomo, perchè sono convinta che se parlasse, non ci piacerebbe sentire cosa lui pensa di noi.
Ma il cane riesce a spiegarsi benissimo. 
E come si spiega il cane? Con le posture, con i vocalizzi (abbai, ringhi, uggiolii, e a volte a morsi) ma soprattutto esprime la sua frustrazione con i disastri.
Mi ricorderò sempre le parole di Shaun Ellis, quando mi disse, che il cane, è un animale sincero. 
A volte compie disastri proprio per distrarci dalle nostre preoccupazioni, ci richiama alla realtà, mentre altre volte ci fa capire il suo malessere, il suo disagio, la sua frustrazione.
Dovremmo essere quell'uomo intelligente che noi diciamo di essere per capire tutto questo, ma molto spesso falliamo in questo passaggio, aumentando ancor di più il malessere di quell'animale che noi diciamo di amare tantissimo.
Come riusciamo a fare tutto questo? Magari sgridandolo al nostro rientro, dopo aver trovato i danni, attuando questo comportamento aumenteremo ancora di più in lui, la sua frustrazione e la volta successiva sarà sicuramente peggio.
Che fare??? Suggerisco di tornare sopra a leggere sotto la voce Attività.


CONCLUDENDO le parole: disastri, attività, libertà, evadere, esplorare, esprimersi, sono tutte concatenate tra di loro,  hanno tutte un minimo comune denominatore.
Cercate di capirne il loro vero significato, cercate di mettervi dalla parte del vostro cane, lui non capisce, il significato del cuscino firmato che gli avete appena comprato, lui se ne starebbe beatamente sdraiato anche su un letto di paglia, e credo che ne sarebbe di sicuro più felice. 
Lui non capisce e non da valore alle gambe delle sedie antiche che avete in salotto, per lui sono come bastoncini da mordere.
Come non capisce il valore del vostro tappeto persiano che è ricco di odori, i quali molto spesso lo inducono a sporcare sopra a quei magnifici disegni colorati... 
Lui tutte queste cose non le capisce.. 
Cercate anche di capire che non esiste la razza che può vivere in appartamento... non esiste, anche se qualcuno può sostenere il contrario.. e forse anche io agli inizi feci quell'errore, ma se tornassi indietro... un paio di errori gli eviterei volentieri.. NON ESISTE... 
Ma è anche vero che non possiamo privarci di tutto.. già la vita è una vera rinuncia... ma cercate per lo meno, se scegliete questa strada, di vivere il cane nel modo più adeguato alle sue esigenze... sono convinta che Lui ve ne sarà grato.

Katia Verza

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori